Antonietta Corti di Curio

 

Negli ultimi anni ho attinto soprattutto ai ricordi – a volte letterari, a tratti di viaggi, d’incontri. La rappresentazione si è fatta meno figurativa ma, mentre un lavoro si evolve, vi riconosco spesso i miei sentimenti e il mio vissuto. Non ritengo necessario che lo spettatore vi veda la stessa cosa – ma i riscontri che ricevo a volte mi rimandano comunque a delle reminiscenze condivise. L’importante è di ritrovarvi una vibrazione personale.

Dal punto di vista tecnico utilizzo come base gli acrilici. Tuttavia vengono ad aggiungersi sempre altre tecniche: pigmenti, a volte altre materie.